ANCORA RECORD PER LORENZO RISETTI SUI 10 CHILOMETRI DI MARCIA

Una buona prestazione ed un nuovo primato personale sulla distanza dei 10 chilometri per Lorenzo Risetti al Lugano Trophy, gara internazionale di Marcia valida per il Race Walking Challange IAAF 2013. La gara si è rivelata molto impegnativa per l’elevato tasso tecnico dei partecipanti provenienti da tutta Europa e si è svolta con condizioni meteo al limite: temperatura prossima allo zero, pioggia ghiacciata mista a neve e un vento gelido che proveniva dal lago. Nonostante le condizioni atmosferiche la gara è stata molto bella ed agguerrita e ha visto la vittoria di Jamie Higgins, atleta della nazionale britannica. Lorenzo Risetti, alla prima uscita della stagione sulla distanza dei 10 chilometri, ha costruito una gara in progressione fermando il cronometro sui 49’e 30”, oltre un minuto sotto il precedente record personale: un ottimo risultato per aprire bene la stagione in vista degli impegni nazionali dei prossimi mesi.  La marcia di avvicinamento di Lorenzo Risetti al Lugano Trophy, competizione internazionale inserita nel Race Walking Challange IAAF 2013, importante appuntamento  internazionale. Per prepararsi al meglio l’atleta iriensino ha partecipato a due competizioni del Trofeo Ugo Frigerio, importante manifestazione lombarda della marcia: Saronno e Cerro Maggiore. Finalizzate soprattutto ad affinare il passo gara, la partecipazione alle due competizioni è stata all’altezza delle aspettative. La gara di Saronno è stata quella più difficoltosa: il lavoro di preparazione invernale, le tossine accumulate nella gara di Ancona e due boe di inversione di marcia inserite nel percorso hanno reso la gara piuttosto difficile. Segnali più positivi dalla gara di Cerro Maggiore dove il percorso stradale lento e tortuoso certamente non congeniale all’atleta vogherese ne hanno rallentato il recupero nel finale; il terzo posto nella categoria juniores è un buon punto di partenza in vista dei prossimi impegni. L’allenatore Federico Bertone è molto fiducioso per i prossimi appuntamenti: la marcia verso gli appuntamenti clou della stagione è appena iniziata.

Anche Federico Bertone gareggia ed è fra i corridori di lunga lena così mentre il sabato verso sera le persone normali si occupano di fare l’aperitivo, finire la spesa, prepararsi alla serata per locali… al contrario per quella strana razza di corridori che sono i trail runner diventa quasi normale partecipare ad una gara da 20 km in notturna, in mezzo alle colline fangose, al freddo e sotto il diluvio universale. E quando le condizioni sono queste le persone più tenaci non sanno resistere al richiamo di una sfida simile, ed ecco che Michela Sturla (Atletica Iriense) ,la famosa ultratrailer Federica Budoni (ADS gli Orsi) , Marco Albertocchi (Atletica Pavese) aderiscono immediatamente al progetto proposto dall’allenatore dell’Iriense Federico Bertone e formano due equipaggi di pavesi per partecipare al Trail a coppie dei Castelli di Langhirano (PR). Le due ragazze si dimostrano da subito estremamente affiatate:Michela si occupa di tenere alto il ritmo e sfrutta le sue doti tecniche sul percorso al limite della praticabilità, Federica usa tutta la sua esperienza per evitare gli eccessi di intensità e permettere alle due amiche di stravincere la classifica femminile con oltre un quarto d’ora sulle dirette inseguitrici. Marco e Federico adottano una strategia un pò più turistica e si godono le condizioni limite che rendono soddisfacente anche il semplice tagliare il traguardo; chiudono appena a ridosso dell’equipaggio femminile dopo svariate cadute e risate, coperti di fango dalla testa ai piedi come tutti gli altri concorrenti, e pregustando l’ottimo “terzo tempo” offerto dagli organizzatori. La cronaca di questo sabato sera alternativo è la testimonianza di uno sport molto particolare che va ben oltre la mera classifica o il risultato cronometrico, le rivalità tra club e le complicazioni burocratiche, ed esalta il puro piacere di fare sport in ambiente e in buona compagnia

Annunci