SARA PAESOTTO ANCORA IN PROGRESSO

In evidenza

In queste ultime gare estive, nonostante le difficoltà nello svolgere gli allenamenti perché si stanno ultimando i lavori di restauro della pista del Campo Giovani ed i ragazzi dell’Iriense stanno utilizzando l’asfalto delle strade limitrofe per allunghi e scatti, nel meeting di Boissano Sara Paesotto ha portato il suo primato personale sui m. 100 a 13″11, migliorandolo di oltre un decimo e classificandosi al quarto posto assoluto. Non contenta ha limato di quasi un secondo il suo limite sui m. 400 correndoli in 1’05″95. Nella stessa gara il master Stefano Ferraris ha superato i quattro metri nel salto in lungo.

GLI IRIENSINI VINCONO IN REGIONE E MIGLIORANO I LORO PRIMATI

In evidenza

Nel corso dei campionati provinciali master organizzati al Campo Sportivo Scolastico di Pavia i nostri atleti sono saliti sul gradino più alto del podio in molte gare. Simone Bin reduce dei campionati italiani allievi ha vinto i m. 100 in 11″44, secondo Bartolomeo Pescador in 12″04 che poi si è imposto nel salto in lungo con la misura di m. 5,67 davanti a Luca Moretti con 5,65 entrambi con il primato personale. In campo femminile Sara Paesotto ha terminato la gara in 13″22, a due centesimi Alessia Milanesi ed a un decimo Sonia Marongiu. Sara Fanetti ha portato a termine il suo primo 1500 metri in 5’46″06 ed alle sue spalle Sofia Tosi con 5’54″28, mentre Stefano Marchese si è imposto in solitario nella prova maschile con 4’23″72. A Cernusco sul Naviglio esordio sul giro di pista per Sara Paesotto che ha chiuso in 1’06″65 e di Bartolomeo Pescador che ha ottenuto 54″41. Ai campionati regionali assoluti di Cinisello Balsamo Luca Fraticola ha portato il suo primato sui m. 800 a 2’17″79. Al meeting giovanile di Cornaredo sesto posto per Kimberly Zella sui m. 80 con il tempo di 11″00. La calura di questi giorni non ha fermato la voglia di migliorarsi nei nostri atleti.

OTTIME CONFERME DAL SETTORE GIOVANILE ED ASSOLUTO.

In evidenza

Tre ragazzi under 16 dell’Iriense sono stati convocati in rappresentativa provinciale per gareggiare per Pavia al 20° Trofeo dei Laghi organizzato a Mariano Comense. Al meeting di livello interregionale, con atleti provenienti dalle province della Lombardia, Liguria e Piemonte, hanno preso parte Marianna Ascagni sui m. 80 che dopo una partenza bruciante è stata frenata dal vento contrario ed ha terminato la gara in 11″08; Kimberly Zella sui m. 300 che ha provato un passaggio veloce (21″ ai m. 150 vicino al suo primato su questa distanza), ma ha pagato lo sforzo nel finale gara terminando comunque in 44″55 un tempo vicinissimo al suo primato personale e Riccardo Nava sui m. 80 che tolto due decimi al sui record su questa distanza e con 10″01 ha ottenuto un tempo che conferma le sue doti di velocista e i margini di progresso. Il settore assoluto ha gareggiato la settimana precedente al campo Giuriati di Milano ai campionati regionali universitari. Nella velocità Alessia Milanesi ha corso i m. 100 in 13″31 con quasi due metri di vento contrario, mentre Sonia Marongiu con 13″44 ha limato di due decimi il suo primato sulla distanza. Nei m. 400 Eugenio Bianchi conferma con il tempo di 54″46 i progressi fatti su questa distanza. Nel doppio giro di pista Stefano Marchese prova un passaggio un pò lento ai primi 400 metri (di poco sopra il minuto), ma innesta una gran progressione sul secondo giro e chiude la gara in 2’01″21.

SIMONE ANCORA VELOCISSIMO

In evidenza

Anche a Pavia nel corso di una manifestazione provinciale importanti primati personali per i ragazzi dell’Atletica Iriense grazie ad una giornata calda con condizioni ideali per limare di molto i propri personali. Simone Bin ha vinto la gara dei m. 200 migliorando di un secondo il suo record sulla distanza e con 22″88 ha ottenuto il minimo di partecipazione ai campionati italiani di categoria anche su questa distanza. Bravo anche Alberto Suescun che con 24″04 avvicina la sua miglior prestazione in  questa gara, Isaia Lucato con 24″76, sfortunato Paolo Saviotti gravato di una partenza falsa. In campo femminile su questa distanza avvicina il suo tempo Sara Paesotto con 27″22, poco dietro Alessia Milanesi in 27″64, all’esordio su questa distanza, ed Elisa Alfano di poco sopra i trenta secondi. Stefano Marchese si conferma tra i migliori mezzofondisti di sempre della nostra società concludendo i m. 800 in 2’00″62, ritocca di oltre quattro secondi il suo personale e dimostra di aver ormai raggiunto una maturità agonistica tale da permettergli di cercare di ottenere i record vogheresi su queste distanze. Dietro Stefano i giovani iriensini hanno migliorato i loro tempi dimostrando la vitalità di questo settore con l’allievo Alessandro Draghi, al primo anno in categoria, che ha terminato i due giri in 2’07″02, Eugenio Bianchi in 2’07″86, Pablo Suescun in 2’08″92 seguito da Omar Bashir. In campo femminile Sara Fanetti migliora il suo primato su questa distanza e li corre in 2’33″58; buon esordio per Sofia Tosi con un tempo sotto i tre minuti. Sempre per il settore assoluto secondo posto nel salto in lungo per Sara Moroni con la misura di m. 4,38, in campo maschile quarto posto per Bartolomeo Pescador con m. 5,61, seguito da Luca Moretti con m. 5,19 e dall’inossidabile master Stefano Ferraris che ha seguito i giovani e non è riuscito a concentrarsi al meglio sulla sua gara. In campo cadette, under 15, Kimberly Zella ha vinto la gara dei m. 80 migliorando di un decimo il suo personale con il tempo di 10″76 che la proietta tra le migliori atlete lombarde della sua categoria, fa una buona gara anche Giulia Adamanti che scende i 12 secondi, mentre in campo maschile Riccardo Nava conferma le sue doti di velocista correndo i m. 80 in 10″22 e poi 43″36 sui m. 300. Sui m. 300 della categoria cadette terzo posto e primato personale per Ludovica Pilla con il tempo di 45″12, seguita da Beatrice Tinelli, Alice Bertone e Giulia Adamanti. Nel salto triplo cadette Marianna Ascagni plana a m. 9,04 secondo posto in classifica e primato personale.  Tra le ragazze Agnese Pilla si è classificata terza sui m. 60 con 9″02 dopo aver saltato m. 3,58 nel salto in lungo, primato personale per Martino Tosca sui m. 1000 con 3’57″39.

SIMONA VIOLA ANCORA RECORD

In evidenza

Nel corso dei campionati di società assoluti che si sono svolti a Lodi Simona Viola ha nuovamente migliorato il record vogherese dei m. 5000 limandolo di oltre trenta secondi e con 17’56″92 si è classificata al terzo posto assoluto nella classifica di questa gara, Sara Paesotto ha confermato lo stato di forma della scorsa settimana terminando i m. 200 in 27″75, mentre è stato positivo l’esordio di Sara Fanetti sui m. 800 terminati in 2’34″48.

BRAVI I VELOCISTI ANCHE SOTTO IL DILUVIO

In evidenza

Nel corso dei campionati regionali di società della categoria allievi che si sono svolti a Mariano Comense sabato e domenica i velocisti dell’Iriense hanno dimostrato grinta e determinazione migliorando i loro primati personali nonostante le condizioni meteo avverse. Sui m. 200 Sara Paesotto ha ottenuto il tempo di 27″06, dopo aver corso una prima volta la distanza in 27″64, ma che ha dovuto ripetere per problemi tecnici all’impianto di cronometraggio elettronico. Il tempo ottenuto l’avvicina di molto al minimo di partecipazione dei campionati italiani di categoria e dimostra il buon lavoro invernale svolto con il suo tecnico Felice Costante. Simone Bin ha gareggiato nel momento peggiore della giornata con pioggia battente e vento contrario, tant’è vero che dopo la sua serie la manifestazione è stata sospesa. Il tempo di 23″87 mette anche Simone in pole per la partecipazione ai campionati italiani soprattutto per come ha interpretato la gara e la crescita agonistica. Paolo Saviotti con il tempo di 24″68 conferma i suoi progressi nella velocità, Pablo Suescun, al ritorno alle gare dopo un periodo di stop per una tendinite al piede, ha terminato in 25″19 ed a pochi centimetri Luca Moretti ha corso il mezzo giro di pista in 25″39.

SIMONE BIN POSITIVISSIMO A RIETI

La partecipazione ai campionati italiani della categoria allievi a Rieti non è stata per Simone Bin il punto d’arrivo della stagione, ma la consapevolezza che i progressi che ha raggiunto quest’anno non sono ancora terminati ed i primati personali ottenuti nella manifestazione più importante della stagione ne sono la dimostrazione. Sui m. 100 Simone, dopo sei ore di viaggio ed un paio d’ore per riprendersi, ha migliorato il suo primato personale di due decimi portandolo a 11″23 un tempo che gli permette di classificarsi al ventisettesimo posto in Italia. Buono il distacco dai blocchi, qualche cedimento dopo i primi appoggi, ma poi una progressione molto convincente gli ha permesso di classificarsi tra i migliori specialisti. Una notte di riposo ed alle nove era già sul campo per il riscaldamento dei m. 200, com’è noto la mattina non è il periodo della giornata più favorevole per migliorare le prestazioni sportive ed un vento contrario di oltre il metro al secondo non ha facilitato gli specialisti del mezzo giro di pista. Simone non si è accontentato di partecipare, ma ha interpretato la gara da manuale con un passaggio ai m. 100 in 11″60, 17″00 ai m. 150 per chiudere in 22″74. Primato personale di oltre un decimo e diciannovesimo posto nella classifica dei campionati. Ora è ha un decimo, sia sui m. 100 sia sui m. 200, dai record vogheresi di queste distanze detenute dal suo tecnico Italo Chiesa.

SIMONE BIN CENTRA IL MINIMO DI PARTECIPAZIONE AI CAMPIONATI ITALIANI

Simone Bin correndo i m. 100 in 11″44, al meeting regionale “Attacktime” si è svolto in notturna a Besana Brianza, ha ottenuto il minimo di partecipazione ai campionati italiani della categoria allievi in programma a Rieti a metà giugno. Simone che lo scorso inverno sui m. 60 nelle gare indoor non è riuscito a raggiungere il minimo per due centesimi, ha corso con la giusta concentrazione migliorando il suo primato personale pur con un leggero vento contrario. L’Atletica Iriense non partecipava ai campionati italiani allievi da oltre vent’anni (erano i tempi di Quaini, Nepoti, Carvani, Bertone …). In campo femminile Alessia Milanesi con il tempo di 13″26 anche lei  sui m. 100 ha migliorato il suo primato personale elettrico con una partenza incisiva, ma ha ancora  margini di miglioramento nella fase lanciata, è ormai pronta per prestazioni importanti. Prima uscita sul giro di pista, i m. 400, per gli allievi Pablo Suescun che ha concluso in 55″72 ed Alessandro Draghi con il tempo di 56″70. Grande exploit sui m. 1500 di Stefano Marchese che con 4’13″44 ha limato di quasi dieci secondi il suo tempo su questa distanza regina del mezzofondo. Stefano è stato autore di una gara ragionata e ben distribuita con passaggi in 1’25” ai m. 500, 2’50” ai m. 1000 per terminare in progressione 1’23” nel finale gara. Primato personale anche per Eugenio Bianchi con 4’31″52 anche per lui ottima l’impostazione della gara passando in un minuto e mezzo ad ogni 500 metri, il tempo ottenuto rivela il suo potenziale nel mezzofondo veloce.

LUDOVICA PILLA FA IL BIS

Ancora un titolo provinciale ai campionati giovanili di atletica leggera che si sono svolti a Vigevano con Ludovica Pilla che sulla distanza dei m. 300 ad ostacoli ha vinto la gara con il tempo di 53″50 ottimo se si pensa che è la prima volta che li ha corsi e che si è avvicinata di molto al record vogherese in questa specialità. Nelle gare di velocità Kimberly Zella è salita sul secondo gradino del podio con 10″92 sui m. 80, buone le prestazioni delle compagne di squadra Giulia Adamanti e Zoe Russo, che poi ha corso i m. 1000 sotto i quattro minuti. In campo maschile un altro secondo posto sui m. 80 con Mattia Di Cunto che ha ottenuto 10″52 ed al terzo posto Riccardo Nava con 10″64. Nella categoria ragazze ancora un primato personale e secondo posto sui m. 60 ad ostacoli per Agnese Pilla con il tempo di 10″46, terza nel salto in alto Cecilia Tagliabue con m. 1,28 e primato personale per Giada Manto sui m. 1000 con 3’51″42; tra i maschi della stessa categoria Pietro Guerra si migliora sui m. 1000 e si classifica secondo con 3’24″88 poco dietro Sacha Gardella con 3’32″58 e sui quattro minuti Giulio Albasi e Martino Tosca, mentre nella velocità Lorenzo Dorsa ha fatto fermare i cronometri sul tempo di 9″06 che lo piazza al terzo posto.