ABBATTUTO UN ALTRO RECORD VOGHERESE

In evidenza

Nel corso del meeting di atletica leggera Boissano Estate Alberto Suescun ha demolito il record vogherese dei metri 400 ad ostacoli che apparteneva a Giorgio Angeleri e resisteva dal 1960. Alberto si è migliorato di due secondi sul giro di pista e si è classificato al secondo posto con il tempo di 58″77 con una gara aggressiva sulle barriere che ha finalmente dimostrato il suo valore in questa specialità. Sempre sugli ostacoli lunghi, ma nella categoria giovanile la cadetta Cecilia Tagliabue, dopo aver corso i m. 80 in 11″58, ha vinto la gara dei m. 300 ad ostacoli con il tempo di 52″74. Cecilia alla prima esperienza su in questa specialità ha distribuito bene le energie nella prima parte della prova per terminare con un finale in crescendo che le ha permesso di superare tutte le avversarie all’ultimo ostacolo. Ottime notizie anche nel settore dei velocisti, la promessa Alessia Milanesi si è cimentata prima sui m. 100 dove ha stabilito il suo primato personale con il tempo di 13″04 classificandosi al terzo posto, poi sui m. 200 è salita sul secondo gradino del podio migliorandosi fino a 27″12.  Alessia è riuscita a trovare la determinazione per dimostrare il suo valore nelle gare veloci ed alcuni piccoli errori commessi nella fase lanciata di corsa fanno presagire ulteriori miglioramenti. In crescita agonistica lo junior Simone Bin che si è classificato al quarto posto assoluto sui m. 100 con il tempo di 11″68 grazie ad una partenza efficace ed una positiva fase lanciata. Nel salto triplo Luca Moretti ha gareggiato sui suoi standard con la misura di m. 11,52 e non ha trovato, per un’organizzazione un pò macchinosa nella gestione della gara, quei balzi da primato personale. Sui m. 1500 Stefano Marchese, ha corso le prime due frazioni sui ritmi da personale, poi la stanchezza muscolare ed il notevole caldo della giornata lo hanno portato a terminare in un buon 4’19″40. Ora un mese di vacanza e riposo attivo poi i nostri atleti riprenderanno a gareggiare a Voghera a fine agosto.

Annunci

RECORD VOGHERESE DELLA STAFFETTA 4X400

In evidenza

Nel corso dei campionati regionali assoluti la staffetta 4×400 dell’Iriense Voghera ha stabilito il nuovo record vogherese migliorando di un secondo la prestazione ottenuta da Giacomotti, Stucchi, Scarabelli e Pelizzardi che risale a cinquant’anni fa. Alberto Scuescun, Stefano Marchese, Eugenio Bianchi ed Andrea Censurini hanno corso la staffetta del miglio in 3’31″83 con prestazioni singole sul giro di pista vicinissime al loro personale raggiungendo un obiettivo che avevano nel mirino da almeno due anni e classificandosi al quinto posto assoluto nei campionati. Settimo il martellista Massimiliano Perego con m. 44,02 che nonostante un buon grado di forma non è riuscito ad ottimizzare la prestazione per avvicinare il suo primato. Nel corso del meeting internazionale di Celle Ligure Alessia Milanesi ha portato il suo primato sui m. 100 a 13″17 dimostrandosi in continuo progresso su questa distanza. Record personale per l’ottocentista Stefano Marchese che è sceso a 1’59″87 sul doppio giro di pista, ma i suoi passaggi veloci sono stati più volte frenati dal gruppetto degli avversari il che fa pensare di possa ottenere ulteriori progressi. In recupero di forma Simone Bin che ha terminato i m. 100 in 11″68. Nella categoria ragazze Agnese Pilla, frenata dal vento contrario, ha corso i m. 60 in 8″85 e si è classificata quinta, disturbate dalla brezza marina anche le cadette sui m. 80 con Ludovica Pilla che ha fermato il cronometro a 11″19 e Cecila Tagliabue 11″59 poi hanno saltato in alto rispettivamente 1,40 e 1,30 entrambe eguagliando il loro primato personale. A metà settimana i ragazzi dell’agonistica, che stanno preparando al Campo Giovani le ultime gare estive, hanno consegnato al presidente della società Lorenzo Somenzini la polo ufficiale della squadra assoluta che ha gareggiato nei campionati di società.

PREMIO ALL’ATLETA CON IL MIGLIOR PUNTEGGIO

In evidenza

Le ottime prestazioni tecniche, i primati personali ed i record sociali ottenuti dai ragazzi dell’Iriense Voghera in quest’avvincente avvio della stagione outdoor dell’atletica leggera hanno stimolato il direttore tecnico Italo Chiesa a riproporre una consuetudine di qualche anno fa, un premio per l’atleta che a fine ottobre sarà riuscito a stabilire la miglior prestazione tecnica di quest’anno agonistico in base alle tabelle di punteggio dei campionati di società per le categorie allievi, junior, promesse e senior. Il vento per velocisti e saltatori entro i 2 m/s. Si tratta di un cofanetto della serie Emozione utilizzabile per due persone per un soggiorno di una notte in hotel di varie città italiane, o una cena, o un trattamento bellezza o attività sportive.

Ad oggi la classifica dei top ten è la seguente:

Marongiu Sonia  m 100  12″84  p. 760

Censurini Andrea  m. 400 50″96  p. 753

Paesotto Sara  m. 200 26″72 p. 742

Perego Massimiliano  lancio del martello  m. 46.52  p.736

Zella Kimberly  m. 200 26″85  p. 731

Milanesi Alessia  m. 100 13″04  p. 722

Pescador Bartolomeo salto in lungo m. 6.20 p. 720

Suescun Alberto  m. 400 HS  58.77  p. 684

Marchese Stefano  m. 800 1’59″91  p. 680

Fanetti Sara  m. 800 2’30″44   p. 658

I ragazzi hanno tempo fino al 4 novembre 2018 per migliorare il loro punteggio nelle 20 gare del programma dei campionati.

Proseguono intanto le imprese dei nostri ragazzi sulle piste lombarde con la cadetta Ludovica Pilla che si è aggiudicata il tradizionale triathlon di Casorate Primo con 11″08 sui m. 80, m. 1,40 nell’alto e m. 6,73 nel getto del peso, sesta Cecilia Tagliabue e nona Alessia Deriu. Nella categoria ragazze Agnese Pilla è arrivata quarta vincendo la velocita e con il secondo posto del peso, tredicesima Letizia Barbieri ed a seguire Guia Repossi, Alessandra Laflleur e Margherita Sacchi. Tra i maschi positiva la partecipazione di Niccolò Di Cunto, Francesco Negri, Simone Andreoli, Lorenzo Gatti, Emanuele Imperiali, Riccardo Malaspina, Alessandro Chiapparoli ed Alessandro Gobbi.

Ottima partecipazione delle allieve al meeting nazionale di Chiari con i primati personali di Sara Paesotto sui m. 400 terminati in 1’04″08 e Sara Fanetti con 1’04″67.

10310 PUNTI MIGLIOR PUNTEGGIO DI SEMPRE DELL’ATLETICA IRIENSE AI CAMPIONATI ITALIANI DI SOCIETA’

In evidenza

In questo fine settimana i ragazzi dell’Atletica Iriense hanno completato a Chiari i punteggi per la classifica nazionale dei campionati di società assoluti ottenendo 10310 punti miglior risultato di sempre, secondi in provincia di Pavia dietro alla Centotorri che gareggia da anni in serie A e diciottesimi in Lombardia. Cosa vuol dire impegnarsi nel completare i punteggi dei campionati, significa schierare ragazzi che portano punteggi su 18 specialità diverse delle 20 gare del programma dell’atletica. Se per le grandi società è relativamente facile perché hanno diversi atleti che si specializzano nelle loro gare, per una piccola società di provincia come l’Iriense significa chiedere ai più coraggiosi di impegnarsi su specialità che a volte non prediligono e sacrificarsi per la classifica di società così lo specialista del fondo prepara le gare di siepi, chi sta preparando i m. 400 ad ostacoli si cimenta sulla gara breve dei m. 110, il triplista s’impegna nel salto in alto e ragazzi che magari non gareggiano da qualche anno trovano l’entusiasmo per tornare a lanciare disco e

Matteo e Francesco

giavellotto. Ed è proprio da loro che vogliamo cominciare con Francesco Bassanese, ormai laureto in medicina e specializzando in pediatria al San Matteo che ha trovato la voglia di allenarsi per scagliare il giavellotto a m. 34,90, a soli tre metri dal personale, ma con un preavviso brevissimo per preparare la gara, o Matteo Vegezzi, lunghista da oltre i sei metri che, dopo problemi fisici che l’hanno fermato per un anno, in poche sedute d’allenamento con il tecnico dei lanci Federico Bertone è riuscito a far atterrare il giavellotto a m. 32,43 ed il disco a m. 27,61entrambi i punteggi preziosissimi per la classifica finale. Massimiliano Perego

Il nostro martellista di spalle

ha confermato le sue doti di martellista centrando la finale ad otto con m. 45,52; per poi migliorarsi nel getto del peso di quasi un metro e mezzo con la misura di m. 9,14. La prima giornata di gare si è svolta in un clima caldo ed afoso, ma non ha fermato l’entusiasmo di Andrea Censurini sul giro di pista terminato in 51″30, mentre Alberto Suescun sui m. 110 ad ostacoli si è preoccupato di concludere la gara con quasi due metri di vento contrario con 18″86, ma l’altezza dei dieci ostacoli, m. 1,06, e la necessità di ottenere punti non permettevano errori. Il vento ha disturbato anche Luca Moretti nel salto triplo, la direzione contraria alla rincorsa non gli ha permesso di andare oltre m. 11,65. La domenica comincia con il master Stefano Ferraris che sfiora i quattro metri nel salto in lungo, poi pioggia di primati personali sui m. 800 con Stefano Marchese per la prima volta scende sotto i due minuti grazie ad una distribuzione un pò spavalda nel primo giro per chiudere con il tempo di 1’59″91, Pablo Suescun con 2’05″18 e Alessandro Draghi con 2’06″22. I primati personali sui m. 200 di Isaia Lucato con 23″91 ed Eugenio Bianchi con 24″41 e l’impresa di Fausto Capelli che termina i m. 5000 sotto di venti minuti portando l’ultimo punteggio utile alla classifica di società. Si può solo dire grazie all’entusiasmo ed all’agonismo dei nostri atleti. Le ragazze hanno corso i m. 200 a Cinisello Balsamo con avverse condizioni atmosferiche, ma confermando la grinta di sempre con il 26″90 di Sara Paesotto, 27″30 di Alessia Milanesi al primato personale, il 27″72 di Kimberly Zella e di poco sopra il mezzo minuto per Alice Bertone. Sui m. 800 una Sara Fanetti convincente e determinata chiude i due giri di pista in 2’30″44 tre secondi meno del suo record personale sulla distanza.

 

ALBA COSENZA E CINISELLO LE PISTE CHE HANNO VISTO GAREGGIARE I NOSTRI ATLETI

Al meeting di Alba ha partecipato Alberto Scuescun che si è classificato al secondo posto sui m. 110 ad ostacoli con il nuovo primato personale di 18″01, in continuo progresso tra le barriere Alberto ha acquisito sicurezza nella gestione di questa gara ma non si è fidato ancora a forzare i ritmi d’esecuzione. Nel salto in lungo Luca Moretti ha raggiunto i m. 5,28, nonostante la precisione della rincorsa non è riuscito a trasformarla in balzo efficace, Alessia Milanesi ha controllato troppo la sua corsa in curva scendendo di poco sotto i ventotto secondi sui m. 200. Positiva la prova dell’allievo Pablo Suescun sui m. 800 che ha terminato con il primato personale di 2’03″84. Dopo i passaggi sul ritmo programmato al primo giro ed ai seicento metri, Pablo è riuscito a concludere la gara sulle spinte perdendo però un po’ di brillantezza che fa pensare si possa migliorare ulteriormente. Al meeting di Cosenza doppio impegno nella velocità per Kimberly Zella che anche in vacanza non è riuscita a rimanere lontano da una pista d’atletica. Due secondi posti assoluti sia sui m. 100 che ha chiuso in 13″59 sia sui m. 200 corsi dopo meno di un’ora in 27″34. Secondo gradino del podio per Alberto Suescun ai campionati regionali promesse di Cinisello Balsamo, questa volta impegnato sui m. 400 ad ostacoli ha limato di un secondo il suo primato personale concludendo in 1’00″84, impegnato nella stessa manifestazione Stefano Marchese che sui m. 800 ha fermato il cronometro sui 2’01″25 correndo una gara regolarissima, trenta secondi ogni duecento metri.

 

I RAGAZZI DELL’IRIENSE SI MIGLIORANO A PAVIA

Nonostante la pessima organizzazione della manifestazione di Pavia con un’ora di ritardo per la prima gara dei 100 metri (la sera che Tortu a Madrid ha corso in 9″99 in Italia l’atletica mostrava un’altra faccia), il salto in lungo terminato negli ultimi salti di finale al buio con gli atleti che vedevano la pedana illuminata dalla luce dei cellulari dei tecnici ed i fari di un auto per l’arrivo dei m. 1500 (sembravano gare degli anni sessanta), i nostri ragazzi hanno ottenuto primati personali e dato il massimo anche contro le avversità. Sonia Marongiu, molto innervosita per la lunga attesa per la sua gara ha terminato i m. 100 in 12″90 con il titolo di campionessa provinciale conquistato, primato personale per l’allieva Kimberly Zella con 13″14, grazie ad una prima parte della gara molto efficace e per Alessia Milanesi con 13″20 che ha dato il meglio nei metri finali. In campo maschile Andrea Censurini, molto contrariato per la poca professionalità dell’evento visto che era arrivato alle gare dopo una giornata di lavoro, ha corso i m. 100 in 11″70, Simone Bin, nonostante il suo primato personale è stato messo nella serie dei più lenti, ha terminato in 11″80, poco reattivi Isaia Lucato con il tempo di 12″20 ed Alberto Suescun con 11″28, ma buona la prova dell’allievo Pablo Suescun con 12″38. Nel salto in lungo Bartolomeo Pescador ha saltato m. 5,69, mezzo metro in meno del suo personale, mentre ha trovato la giusta carica Luca Moretti che è atterrato a m. 5,57. Nell’oscurità dei m. 1500 Federico Bottiroli ha concluso la gara in 4’50″68 e Luca Fraticola in 4’52″94 entrambi impegnati negli esami di stato degli istituti superiori.

NUOVO RECORD DI PILLA ED OTTIMI TEMPI DEGLI IRIENSINI IN PIEMONTE E LIGURIA

Sabato 9 giugno al Meeting M. Merlo di Cuneo i ragazzi dell’Atletica Iriense hanno trovato i giusti stimoli per limare i personali nelle gare di velocità a cui hanno partecipato. Sonia Marongiu, con vento contrario, ha corso in 12″88 sui m. 100 ottenendo l’ingresso in finale dove la troppa tensione le ha impedito ulteriori miglioramenti. In campo maschile Luca Moretti con 12″46 è tornato sui suoi tempi standard. Sui m. 200 l’allieva Kimberly Zella ha affrontato la gara con una partenza aggressiva per poi distendersi e proseguire sulle spinte fino al traguardo, si è migliorata di quasi mezzo secondo terminando in 26″85 con un metro di vento contrario. In campo promesse Alessia Milanesi, ancora un po’ debilitata per lo stato febbrile della scorsa settimana non è riuscita ad esprimersi sui suoi livelli, ma ha corso comunque sotto i ventotto secondi, mentre Isaia Lucato ha tolto più di un decimo al suo primato personale e con il tempo di 23″87 ha dimostrato di essere in continuo progresso. Sui m. 400 Andrea Censurini, reduce da una settimana di lavoro impegnativo, è passato veloce a metà gara, ma gli sono mancate le gambe sul rettilineo finale chiudendo in 52″38. Bene invece Stefano Marchese che ha provato la gara per migliorare la sua velocità di base ed è arrivato per la prima volta sotto i 54 secondi. A Celle Ligure, durante i campionati nazionali UISP, Sara Paesotto è arrivata seconda sui m. 200 allieve in 26″93, con un avvio difficoltoso disturbato da una perdita d’appoggi nei primi passi; sui m. 800 terzo posto per Sara Fanetti che ha ottenuto il suo personale con 2’29″88, ma all’arrivo è apparsa quasi riposata il che fa pensare che abbia ancora buoni margini di miglioramento. In campo maschile ancora primati personale per Federico Bottiroli ha tolto cinque secondi al personale terminando i due giri in 2’09″96 e buono anche il 2’16″31. Tra i più giovani Ludovica Pilla, convocata in rappresentativa provinciale in un incontro interregionale a Mariano Comense ha limato di un altro secondo il record vogherese dei m. 300 ad ostacoli portandolo a 49″08 tempo di assoluto livello regionale il compagno di squadra Riccardo Nava è stato rallentato dal vento contrario ed ha terminato i m. 80 in 10″13.